WIIT MAGAZINE
Your Cloud Assistant

Blockchain: re-immaginare i processi, re-immaginare il business

Un ripensamento dei processi abilitato dall’elevato livello di automazione consentito dalle tecnologie blockchain e l’utilizzo della “catena” per sviluppare nuovi modelli di business. Sono alcune delle considerazioni emerse dall’intervista rilasciata a ZeroUno da Gil Perez, SVP IoT & Digital Supply Chain General Manager di SAP, durante l’ultimo SAP TechEd

BARCELLONA – “L’elemento caratterizzante la blockchain è la fiducia: fiducia che i dati in essa contenuti vengano condivisi senza poter essere modificati, corrotti, trasformati. Ma se immettiamo nella blockchain spazzatura, condivideremo in modo sicuro solo spazzatura”. Esempio semplice, ma efficace quello fatto da Gil Perez, SVP IoT & Digital Supply Chain General Manager di SAP, nel corso dell’intervista rilasciata a ZeroUno durante il SAP TechEd svoltosi a Barcellona qualche settimana fa: “La qualità dei dati che, criptati in blocchi, entrano nella catena è altrettanto importante della sicurezza di non manomissione garantita dalla tecnologia: la blockchain è sicura, ma se non siamo sicuri dei dati che vi abbiamo inserito, non abbiamo ottenuto granché”.

La fonte del dato è quindi fondamentale: “Le soluzioni SAP sono importanti systems of records e generano una grande quantità di dati relativi alla produzione, alle transazioni nella supply chain ecc.: se questi dati [relativi a un ordine, a una fattura, a una bolla di spedizione ndr] vengono criptati e trasformati in blocchi abbiamo la certezza che l’origine dell’informazione sia attendibile. Mettiamo la tecnologia blockchain là dove il dato si crea”, chiarisce Perez.

Questo significa integrare la tecnologia blockchain nei processi di business di un’azienda ed è ciò che offre SAP con il servizio SAP Cloud Platform Blockchain, agnostico rispetto ai diversi protocolli blockchain oggi esistenti: “Nel mercato blockchain ci sono molti protocolli (Ethereum, Hyperledger ecc.), non sappiamo quale sarà vincente (e se ci sarà un vincitore) e sicuramente ne nasceranno altri in futuro: quello che noi offriamo è uno strato intermedio tra i processi di business [governati da S/4 Hana, si veda figura 1 ndr] e il nodo della blockchain alla quale l’azienda aderisce. Nello strato intermedio [una Blockchain as a Service – BaaS ndr] il dato viene criptato assicurandone l’immutabilità o quella dello smart contract in esso contenuto; l’interoperabilità tra questo strato e i sistemi aziendali è garantito tramite API”.

Leggi tutto su zerounoweb.it

wiitadus