Smartworking, da Regione Lombardia bando da 4,5 milioni

Smartworking, da Regione Lombardia bando da 4,5 milioni

Le misure di prevenzione per il contenimento della diffusione del nuovo Coronavirus adottate dal Governo Italiano raccomandano alle imprese l’adozione di modalità di lavoro sempre più flessibile per quanto riguarda il luogo ed i tempi.

In Italia, sono più di 8 milioni i lavoratori che possono svolgere il proprio lavoro da casa, molti di questi in Lombardia, regione maggiormente colpita da Covid-19.

Proprio per questo motivo, la Regione Lombardia ha in programma la pubblicazione di un bando da 4,5 milioni di euro per promuovere l’adozione di piani aziendali di Smart Working consentendo così di incrementare la produttività ed aumentare il benessere di lavoratori e lavoratrici.

L’Avviso pubblicato sul sito ufficiale dell’ente è rivolto quindi ai datori di lavoro, iscritti alla Camera di Commercio o in possesso di partita IVA, con almeno 3 dipendenti, per

  • Azione A: servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale per i quali i fondi destinati ammontano ad un totale di 3 milioni di euro
  • Azione B: acquisto di “strumenti tecnologici” per l’attuazione del piano di smart working per i quali i fondi destinati ammontano ad un totale di 1,5 milioni di euro

Le attività dovranno essere svolte esclusivamente presso sedi operative o di esercizio lombarde e le domande potranno essere presentate a partire dal 2 aprile 2020 fino al 15 dicembre 2021.

wiitadus